Come sostituire un cilindro della serratura

Come sostituire un cilindro della serratura

Se sei “atterrato” su questa pagina molto probabilmente è perché hai la necessità di capire come sostituire un cilindro della serratura.

Oggi vogliamo parlarvi proprio di questo iniziando dal dirvi che la serratura a cilindro è un congegno mosso da una chiave costituito da un sistema a molle e pistoncini brevettato da Linus Yale nel lontano 1865 per chiudere e bloccare una porta o un’anta di uno sportello.

Nel corso della nostra vita potrebbe capitare, per qualsiasi motivo, di dover cambiare la serratura di una porta.

Ma come sostituire un cilindro della serratura senza dover ricorrere necessariamente ad un tecnico specializzato?

Questa operazione è facilmente eseguibile se la porta è aperta e il cilindro funzionante con la chiave. Nel caso in cui dovessimo trovarci di fronte ad una situazione con porta chiusa o con cilindro senza chiave le operazioni potrebbero risultare più complicate e in quel caso il consiglio che vi diamo…
è di contattare un fabbro perché molto probabilmente avrete bisogno di utilizzare un trapano per forzare il cilindro.

Ma iniziamo cercando di riconoscere con quale tipologia di cilindro abbiamo a che fare.

Ebbene si, i cilindri non sono tutti uguali e attualmente in commercio sono catalogati per:


 

Classe di sicurezza e certificazioni

UNI EN 1303:05

Esiste una classificazione dei livelli di sicurezza, usabilità e durevolezza dei cilindri europei secondo le norme di riferimento a livello europeo UNI EN 1303:05, Skg BN IKOB, Din e la più importante per l’approvazione del prodotto contro le effrazione la VdS.

certificazione uni en 1303:05

1. Utilizzato da persone con conoscenza del metodo di utilizzo e con scarsa possibilità di uso improprio: una sola classe contraddistinta dal n° 1
2. Massima resistenza ottenibile al test di durata (100.000 cicli). La Norma di riferimento prevede 3 gradi:
I. Grado 4 → 25000 cicli
II. Grado 5 → 50000 cicli
III. Grado 6 → 100000 cicli
3. Nessun requisito richiesto
4. Idoneo all’utilizzo su porte taglia fuoco/fumo. La Norma di riferimento prevede 2 gradi:
I. Grado 0 non adatto all’utilizzo su porte taglia fuoco/tagliafumo
II. Grado 1 adatto all’utilizzo su porte tagliafuoco/tagliafumo
5. Nessun requisito richiesto
6. Massima classificazione ottenibile, elevata resistenza alla corrosione (96h) e alla temperatura. La Norma di riferimento prevede 4 gradi:
I. Grado 0 nessun requisito di resistenza alla corrosione e alla temperatura
II. Grado A alta resistenza alla corrosione e nessun requisito di resistenza alla
temperatura
III. Grado B nessun requisito di resistenza alla corrosione e resistenza alla
temperatura da –20°C÷+80°C
IV. Grado C alta resistenza alla corrosione e alla temperatura da –20°C÷ +80°C
7. Massima classificazione ottenibile come requisiti di identificazione chiave. La Norma di riferimento prevede 6 gradi:
I. Una delle caratteristiche è il numero di differenti combinazioni possibili che
vanno da un minimo di 100 combinazioni (grado 1)
ad un massimo di almeno 100000 (grado 6)
8. Massima classificazione ottenibile di resistenza alla foratura ed attacchi meccanici. La Norma di riferimento prevede 3 gradi:
I. Grado 0 nessun requisito di resistenza alla forature/attacchi meccanici
II. Grado 1 3/5 minuti di resistenza
III. Grado 2 5/10 minuti di resistenza

Valutazioni aggiuntive che sono approvate dall’ente VdS:

9. Resistenza al “PICKING”;
10. Resistenza al “BUMPING”; I cilindri certificati resistenti al “BUMPING” riportano sull’etichetta la sigla “BKC”

Skg BN IKOB

La certificazione Skg BN IKOB dei cilindri europei di sicurezza è rilasciata da un ente privato olandese che testa la qualità dei cilindri che installano elementi aggiuntivi, a differenza dei prodotti che escono dalla fabbrica per la grande distribuzione, i componenti aggiuntivi rafforzano le caratteristiche anti effrazione del cilindro in origine per la distribuzione commerciale. La grande differenza fra Skg tre stelle dei prodotti commerciali e l’Skg BN tre stelle è l’integrazione, nei rotori dei cilindri europei, di spine in acciaio temprato contro la trapanatura e di sistemi di sicurezza addizionali di controllo intelligenti della chiave.

VdS

VdS Schadenverhütung GmbH è un Ente di controllo tedesco che attesta la certificazione indipendente per le tecnologie di sicurezza in Germania. VdS controlla i prodotti destinati al settore della sicurezza e li classifica.

Attraverso le sue severe norme di certificazione, VdS garantisce la sicurezza e la massima efficienza di prodotti di alta qualità anche nelle condizioni d’impiego più sfavorevoli. Quando acquistate un cilindro di qualità certificata assicuratevi che abbia il sigillo di approvazione VdS.


Oltre alla classe di sicurezza, i cilindri per serrature sono suddivisi per caratteristiche che andiamo ad elencare:

a seconda del tipo di chiave che ne permette l’azionamento:
• chiave in ottone con un certo numero di spine;
• chiave piatta, o punzonata, dove nel corpo sono presenti dei piccoli fori ciechi.

a seconda del numero di lati in cui si può inserire la chiave:
• se la chiave può azionare il cilindro da entrambi i lati, allora il cilindro si dice doppio;
• se la chiave viene inserita solo da un lato, il cilindro si chiama mezzo;
• ci sono, infine, cilindro doppi, dove invece di avere il foro chiave da entrambi i lati, in uno dei due è presente il pomolo o il perno per il fissaggio di un pomello.

a seconda della forma del cilindro:
• Cilindri europei profilati (o a foro Yale);
• Cilindri ovali;
• Cilindri tondi.

Ma come è composto un cilindro?

Il cilindro di una serratura è composto da 2 parti:

  • Il corpo principale;
  • La camma centrale rotante che aziona il meccanismo della serratura.
    Il corpo centrale è lavorato per ospitare dei perni montati su molle azionati dalla chiave una volta inserita. Le spine della chiave fanno sì che i perni si alzino e una volta allineati consentono l’attivazione della “combinazione” per il funzionamento.

Ma torniamo al nocciolo dell’articolo: come sostituire un cilindro di una serratura

COME FARE!

Operazione di sostituzione

Se la porta è aperta e il cilindro funzionante con la chiave, per la sua sostituzione è sufficiente:

  1. posizionare il cilindro in modalità di “chiuso”: questa posizione la si ottiene mettendo le chiavi nella serratura in verticale in modo che il nottolino del cilindro risulta essere in basso.
  2.  dopodiché munirsi di un cacciavite e svitare la vite centrale presente sul frontale della serratura.
  3. una volta estratta la vite di blocco, cercare la posizione della chiave che permette l’allineamento della linguetta e di conseguenza il posizionamento neutro della camma per estrarre il cilindro spingendolo da uno dei due lati.

ATTENZIONE: Questa operazione può essere eseguita anche senza chiave o con chiave spezzata solamente nel caso fortunato che la chiave si trovi in posizione di allineamento neutro. 

Una volta estratto il cilindro potete andare in una qualsiasi ferramenta per acquistarne uno nuovo delle stesse misure. Ovviamente se abiti a Roma nord ti consigliamo di venirci a trovare.

Qui da Ferramenta Conca d’Oro abbiamo le migliori marche in circolazione compatibili con tutte le serrature in commercio. 

Inoltre abbiamo a disposizione un servizio di pronto intervento fabbro a Roma Nord qualora ne abbiate la necessità. Chiamaci  allo (+39) 06 8862976 e chiedi di Marco o Franco!

Operazioni di montaggio 

Con il nuovo cilindro appena acquistato, possiamo procedere al montaggio all’interno della serratura seguendo il procedimento inverso.

Per prima cosa inseriamo la chiave e posizioniamo la camma in posizione neutra.

A questo punto infiliamo il cilindro all’interno del foro nella serratura e posizioniamolo nel punto corretto.

Dal lato del frontale della serratura, infine, inseriamo la vite di bloccaggio e avvitiamola con il cacciavite fino a quando la testa non sarà a filo con il frontale stesso. Eseguiamo le verifiche di corretto funzionamento, e il gioco è fatto!

Lascia un commento

×